Travel blogger per l’Italia: raccolta fondi per Emergency

Travel blogger per l’Italia è un progetto nato da una piccola idea, sfuggita di mano e diventato qualcosa di grande.

Tanti (ma tanti!) travel blogger, provenienti da tutta Italia, si sono uniti con l’obiettivo di aiutare l’Italia: ora, con una raccolta fondi che serva a supportare chi lavora in prima linea sull’emergenza sanitaria, e domani, con una guida per riscoprire l’Italia e rilanciare il turismo.

Sono felice, entusiasta, orgogliosa di parlarvi di questo progetto (anche se arrivo un po’ in ritardo). E ora vi racconto tutto.

Travel blogger per l'Italia: Destinazione Italia

Che cos’è “Travel blogger per l’Italia”

Travel blogger per l’Italia è un’iniziativa spontanea che è nata durante la quarantena, in piena fase 1. Chiusi nelle nostre case, ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo scritto una guida all’Italia nascosta. Si tratta di un ebook di oltre 700 pagine in cui ogni blogger ha raccontato una, due o tre destinazioni italiane.

La guida che abbiamo scritto si chiama Destinazione Italia. 270+ idee per un viaggio lungo lo stivale. Non si trova in libreria e non si compra su amazon, la riceveranno tutte le persone che effettueranno una donazione a Emergency aderendo alla raccolta fondi lanciata dai Travel blogger per l’Italia.Travel blogger per l'Italia: raccolta fondi per Emergency

Questo è il fine ultimo dell’iniziativa: raccogliere fondi a favore di Emergency per supportare le attività che la Onlus ha realizzato in Italia per far fronte all’emergenza COVID-19. Ma anche supportare il rilancio del turismo italiano, non appena potremo tornare a viaggiare.

Ho curato questo progetto nell’ultimo mese e per un mese non ho fatto altro che parlare di questo. Eppure, ancora oggi, credo che il modo più efficace di presentarlo sia tramite questo video, che mostra i volti dei blogger che hanno partecipato (in realtà se ne vede una piccola parte) e racconta bene l’iniziativa. Dateci un occhio.

Il video, che mi strappa una lacrimuccia ogni volta che lo vedo (e ormai l’avrò visto almeno venti volte), è stato realizzato da Simone Lucchini, che non smetterò mai di ringraziare.

La raccolta fondi è stata attiva dal 21 aprile al 10 maggio 2020 e ha raccolto 32.152€. Un bel traguardo di cui noi tutti siamo estremamente fieri. Proprio perché la raccolta ha superato le nostre aspettative e stava ancora raccogliendo parecchio al termine del periodo prefissato, abbiamo deciso di prolungare di un’ulteriore settimana la campagna e di lasciare aperta la possibilità di donare ancora fino a domenica 17 maggio.

Se non l’avete ancora fatto… siete ancora in tempo!

Come donare a Emergency

Come è possibile donare a Emergency e accaparrarsi la guida dei Travel blogger per l’Italia?

E’ tutto molto semplice: è sufficiente collegarsi alla pagina dedicata ospitata sul sito di Emergency. In questa pagina è possibile leggere tutti i dettagli dell’iniziativa e tutte le attività che Emergency ha messo in campo in Italia durante questa emergenza. Qui è possibile fare una donazione: si può scegliere l’importo da donare (perché la donazione è libera) e se usare carta di credito o paypal.

Vengono richiesti alcuni dati, controllate bene di aver inserito tutto correttamente… soprattutto la mail.

Una volta completata la donazione, si riceve una mail di ringraziamento all’interno della quale si trova il bottone per scaricare l’ebook Destinazione Italia. Semplice, no?

Travel blogger per l'Italia: raccolta fondi per Emergency

La guida “Destinazione Italia. 270+ idee per un viaggio lungo lo stivale”

Ma che cos’ha di speciale questa guida?

Abbiamo scelto di raccontare quei posti bellissimi che si nascondono dietro casa e che spesso non vengono giustamente valorizzati.

L’Italia è piena di paesini incantati, borghi da favola, cascate, parchi naturali, castelli medievali, spiagge selvagge; ma anche di tradizioni culinarie, di feste di paese, di folclore. E’ su questi aspetti che ci siamo focalizzati. Abbiamo voluto riscoprire l’Italia a partire dalle piazze di paese e l’abbiamo voluta raccontare agli italiani, per ispirarli a visitare questi luoghi e tornare a viaggiare in Italia.

La guida racconta con le parole dei blogger ben 273 destinazioni per lo più sconosciute. I racconti dei blogger sono appassionati e vi sapranno catturare con i dettagli curiosi e le emozioni che trasmettono. E’ stata rappresentata ogni regione, dalla Val d’Aosta alla Sardegna, passando anche dal Molise! Pensa te!

Più di 700 pagine illustrate e inedite per un totale di 180 autori.Travel blogger per l'Italia: Destinazione Italia

#travelbloggerperlitalia: cosa c’è dietro al progetto

Questa era la “presentazione ufficiale”, ovvero il post che avrei dovuto scrivere settimane fa e che invece è rimasto in bozza per tutto questo tempo, mentre io mi arrabattavo tra mille cose da fare.

La verità è che questo progetto mi è sfuggito di mano.

Tutto è nato in una settimana di fine marzo, quando ho deciso che dovevo fare qualcosa per dare una mano. E’ in quel momento che ho avuto l’idea di organizzare una raccolta fondi. Ho pensato a diverse modalità per realizzare questo progetto e ne ho scartate altrettante. Ho chiesto anche consigli in giro e ho ricevuto qualche rifiuto e qualche obiezione. Non finirò mai di ringraziare Tatiana e Cristiana per avermi supportata e sostenuta nella mia idea. Senza di loro probabilmente avrei lasciato perdere e tutto questo non sarebbe successo.

Invece, quel che è successo è che sono andata avanti, ho trovato il modo per schivare le obiezioni e bypassare i problemi e alla fine l’idea di Travel blogger per l’Italia ha visto la luce. Ho iniziato a parlarne agli amici blogger, ho aperto un gruppo su facebook ed è iniziato il passaparola. E da quel momento le cose hanno preso la loro strada, la mia idea iniziale è stata sublimata, ha subito innumerevoli trasformazioni; senza perdere la sua identità iniziale, ma semplicemente rafforzandosi ed esplodendo.

Travel blogger per l’Italia è un’iniziativa che ha dato fuoco alla parola “entusiasmo“! L’entusiasmo unito a quel desiderio che divampa dentro ciascuno di noi in questo periodo: fare qualcosa di concreto per dare una mano! Sì, ma come?

In maniera del tutto spontanea, senza che ci fosse un ente o un’organizzazione a coordinare, 180 travel blogger provenienti da tutta Italia si sono messi insieme e in un brevissimo lasso temporale hanno dato vita a una guida completa per riscoprire l’Italia. Travel blogger per l'Italia: 180 travel blogger italiani

Siamo finiti su tutti i principali quotidiani nazionali, con passaggi anche su radio e TV locali.

La cosa che più mi riempie d’orgoglio è il fatto che tutto questo lavoro sia stato fatto da un gruppo coeso e intraprendente, pieno di idee e di voglia di fare. Che il lavoro (tantissimo lavoro) sia stato fatto in un arco temporale brevissimo, con dei ritmi quasi impensabili. E soprattutto che il risultato finale sia veramente bello, al punto che tante persone ci hanno scritto per farci i complimenti perché la guida è piaciuta davvero.

Ringraziamenti

Giunti a questo punto non posso fare altro che dare a Cesare quel che è di Cesare e quindi ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile questa impresa.

Nell’ordine ringrazio:

  • tutte le persone che hanno donato, per aver creduto nella nostra raccolta
  • Emergency, e in particolare Nicola e Emanuele, per averci dedicato una campagna personalizzata (ma anche Marco Contini che mi ha passato il loro contatto)
  • Agnese Sabatini di I’ll B right back, che fin dall’inizio si è offerta di accompagnarmi in questa avventura e che ha coordinato tutte le attività insieme a me. Grazie soprattutto per avermi sopportata: sotto stress so di non essere la persona più amorevole del mondo, eppure non ci siamo mandate a quel paese (non ancora almeno)
  • Martina Sgorlon di Martinaway, per l’enorme lavoro di impaginazione (voi non avete idea di cosa significhi), per tutte le grafiche e le attività su facebook, ma soprattutto per avermi messa in guardia all’inizio su possibili criticità che non avevo considerato
  • Cristiana Pedrali di Viaggevolmente, per il lavoro sui copy del lancio e soprattutto per le sue parole di incoraggiamento che non scorderò mai
  • Elena Stafano di Milano Sguardi Inediti, per aver coordinato i contatti con gli Enti del Turismo
  • Giorgia Fanari di La valigia di Giò, per l’egregio lavoro con i contatti stampa: sei stata davvero divina!
  • Simone Lucchini, per la bravura con cui è riuscito a realizzare un video emozionante partendo da un’accozzaglia di clip girate in casa col cellulare. Hai fatto la magia!
  • l’agenzia PressPlay che ha curato i comunicati stampa e ALL CREATIVE per il supporto nella realizzazione del video
  • i 180 blogger che hanno partecipato, per l’impegno e l’entusiasmo che ci hanno messo. Ogni tanto mi hanno anche fatto andare ai matti, ma hanno saputo ampiamente ricompensare ogni cosa. Potrei citarli uno a uno perché ciascuno mi ha aiutata, commossa, corretta in qualche occasione. Mi hanno suggerito idee, supportata, confortata. E’ stato un piacere lavorare con tutti, quindi davvero grazie! Eccoli qui, uno per uno: Agnese Sabatini – I’ll B right back, Alessandra Cialone – Appunti di Consapevolezza, Alessandra Favaro – Va a quel Paese, Alessandra Granata – I Viaggi dei Rospi, Alessandro Bertini – Girovagate, Alessia Ricciardi e Valerio Santarelli – Where are Ale&Vale?, Alessio Sebastianelli – Ramingo Dentro, Ambra Strappazzon e Andrea Suriani – Scoprire Viaggiando, Amrita Massaia – Audrey in Wonderland, Anastasia Fontanesi e Anna Fornaciari – Travel On Art, Andrea Alessandrini – Travelbeer, Andrea Assenza – Happily on the road, Anna Costa – PanAnna blog di viaggi, Anna Disegna – La Tartaruga Volante, Anna Pernice – Travel Fashion Tips, Annalisa Zamboni – Satelite Forever Orbiting, Barbara Milani – Una famiglia blu, Barbara Perrone – Tangibiliemozioni, Carlotta Martelli Calvelli – Una penna in Viaggio, Cassandra Testa – Viaggiando A Testa Alta, Celeste Ferrara – *Be Right Back, Chiara Di Fonzo, Francesca Vinciguerra e Venusia Vinciguerra – Abruzzo.no, Chiara Falsaperla – Claire in Sicily, Chiara Pancaldi – Prêt à Partir con Chiara, Chiara Ruggeri – Viaggiando s’impara, Christian Bertotto – Viaggi Oltre il Limite, Claudia Boccini – La Bussola e il Diario, Claudia Romanazzo e Gabriele Cecco – Travel with the wind, Claudia Tavani – My Adventures Across The World, Cristiana Pedrali e Valeria Murtas – Viaggevolmente, Cristina Avancini – Folletti in viaggio, Cristina Pasin – Parliamo di Viaggi, Cristina Rampado – Crinviaggio, Cristina Vurchio – Il tuo posto nel mondo, Daniela Carazzai – The Daz Box, Daniela Scerri – Duepertrefacinque, Daniele Pivato e Marilena Attinà – Five In Travel, Dante Castellano – I Viaggi di Dante, Diana Bancale – In viaggio da sola, Diletta Caponi – Sempre in Partenza, Domenica Palamara – Spunti di Viaggio, Donatella Toletti – Mamma dove mi porti?, Elena Bonaiti – My Scratch Map, Elena Del Becaro – Giorni Rubati, Elena Stafano – Mianosguardinediti, Eliana Intruglio – Donna Vagabonda, Elisa Cimaroli e Simone Sciarrini – Italy you don’t expect, Elisa Midelio – Viaggiare con Serendipità, Elisa Polini – Un Viaggio Infinite Emozioni, Elisa Ruggieri – Eli loves travelling, Elisa Salvadeo – Tripvillage, Elisa Scuto – Piccoli Grandi Viaggiatori, Elisa Tomassini – Diario di una viaggiatrice seriale, Emanuele Ghidoni – Recyourtrip, Erica Del Gallo – A passeggio dentro il mondo, Erika Francola e Luca Storri – Viaggi del Taccuino, Fabiana Palmieri – Travels and Other Stories, Fabio Accorrà – Viaggare senza confini, Fabio D’Amore – Assaggi di viaggio, Fabio Dentico – Vita da Wanderlust, Fabio Petrucci – GoMoro, Fabiola Trippetti – Fabila trip, Farah Mesiti – Viaggi nel Cassetto, Federica Gelo – Ti chiamo quando torno, Federica Lia – Istantanee di viaggio, Fiammetta Raise e Leonardo Prili – Tips4tripS, Flavia Di Ciano – La Viaggiatrice Solitaria, Flavia Iarlori – In giro con Fluppa, Francesca Mazzoni e Valentina Mei – Spiccando il Volo, Francesca Moscarelli – AroundFamily Blog, Francesca Vinai – Takeanyway, Francesco Morelli – Wanderlust Frenky, Gian Luca Sgaggero – Viaggia e Scopri, Gianluigi Gennaccari – disagian, Gio Del Bianco – I viaggi di Gio Del Bianco, Giorgia Fanari – La Valigia di Gio, Giorgia Vigna Lasina – Viaggiando in Valle d’Aosta, Giulia Finelli e Giorgia Albertazzi – LaDoppiaG Travel Blog, Jessica Angeli e Nicola Polverelli – theplaceB, Laura De Micheli – In Viaggio con le Brioches, Laura Teso – My Corner of Italy, Laura Zampetti – I Weekendieri, Letizia Dorinzi – Incinqueconlavaligia, Letizia Gamberini – Persorsi, Letizia Gardin – Mangia Viaggia Ama, Linda Covino – The Visualler, Linda Fiumara – Blog di Viaggi (collaboratrice), Luca Perissinotto – Capturing the World, Lucia Nuzzaci – Souvenir di Viaggio, Lucia Scalzo – Mondovagando, Luciana Damiani – In viaggio con i Cipolli, Marco Martucci – Volopiuhotel Blog, Margherita Panice e Samuele Baietta – Dovesiba, Margherita Ragg – The Crowded Planet, Maria Luisa Roncarolo e Paolo Merlini – Italia con i bimbi, Maria Rita Aloi – Jamaluca, Mariarita Amalia Persichetti – 24hourstrotter, Martina Benedetto – As far as you can, Martina Bressan – Travel and Marvel, Martina Santamaria – Pimpmytrip, Martina Sgorlon – Martinaway, Matteo Beschi e Patrizia Pietropaolo – Scatti e Bagagli, Matteo Nicoletti e Ambra Giovannelli – Vagabondi Squattrinati, Michela Figliola – Warmcheaptrips, Monica Liverani – Idee Di Tutto Un Po’, Monica Nardella – Turista di Mestiere, Nicola Bandini – My Travel in Tuscany, Nicoletta Sala – One Two Frida, Paola Annoni – Scusateiovado, Paola Perfetti – the smARTraveller, Paola Rita Rossi – Party & Partenze, Patrick Colgan – Orizzonti Blog, Patrizia Belsito – Fashion for Travel, Pietro Nikolajevic – Pietrolley, Pilar Forcina e Christian Cardia – Amici di Valigia, Rachele Guasti e Davide Giannecchini – Destinazione Terra, Roberta Calabretta – Vieni via di qui, Roberta Isceri – In viaggio con Lollo, Roberta Zennaro – GamberettaRossa, Rosaria Rivieccio – La valigia di Cassandra, Sabrina Grassagliata – Finalmente Venerdì Travel Blog, Salvatore Marra – Il Mondo Attraverso, Sara Caglio – Dai che partiamo, Sara Ciolini – Sara L’Esploratrice, Sara Gaffuri – Labellaavventura, Sara Gervasini – Salsedine e Libertà, Sara Govoni – Cappellacci a Merenda, Sara Izzi – The Lost Avocado, Selene Scinicariello – Viaggi che mangi, Serena Puosi – Mercoledì tutta la settimana, Silvia – Un’amica in viaggio, Silvia Badriotto – Nuovi Turismi, Simona Lo Nero – Spaghetti e Valigie, Simona Pasquino – Viaggia Come il Vento, Simona Pio – La Simo in Viaggio, Simonetta Clucher – Sulle Strade del Mondo, Simonetta Di Zanutto – Ritagli di Viaggio, Stefania Ciocconi – Girovagando con Stefania, Tanja Viganò e William Dunwoody – Ultimate Detours, Teresa Torsello e Gianni Odasso – Nonni Avventura, Tiziana Bianco – La valigia in viaggio, Tomas Guerrieri – Parole in Viaggio, Toti Maisto e Alessia Vurchio – Italian Trip Abroad, Valentina Borghi – Be Borghi, Valentina Ceresa e Claudio Comi – Smallshed, Valentina De Marte – Mytravelingdayoff, Valentina Miozzo – Viaggiare Libera, Valeria Castiello – Valeria Castiello, Valeria Salvai – Mente in Viaggio, Velia Ivaldi – Alla fine di un viaggio, Veronica Iovino – Sogna Viaggia Ama, Veronica Meriggi – Oggi dove andiamo?, Virginia Bovolo e Leonardo Rinaudo – Travel Gudu, Williams Bonomi e Silvia Campana – Itinerario di Viaggio
  • i blogger che, pur non avendo aderito all’iniziativa (per scelta o semplicemente perché ne sono venuti a conoscenza troppo tardi) hanno comunque sostenuto la campagna e ci hanno aiutati nella fase di promozione
  • mio marito, che per settimane mi ha vista risucchiata dal PC e ha sopportato cene improvvisate consumate a orari improbabili senza mai lamentarsi
  • infine, ringrazio anche gli errori che ho commesso e chi me li ha fatti notare. Non è mai bello sbagliare e in questa occasione, dopo tutto questo lavoro, mi ha fatto particolarmente male. Ma ogni errore serve per imparare qualcosa e anche questo errore ha sortito il suo effetto. Ho imparato qualcosa. Quindi grazie, anche per questo.

Quando hai un’idea, seguila

Alla fine di tutto questo “papocchione” c’è ancora una cosa che voglio dire. “Per fare un tavolo, ci vuole un fiore” diceva Gianni Rodari. Parafrasandolo, mi verrebbe da dire che al termine di questo progetto (che ha coinvolto quasi 200 persone, Emergency, agenzie, la stampa e che ha raccolto parecchi fondi) tutto questo, TUTTO, è nato da un’idea.

Se quel giorno di marzo, chiusa in casa, avessi pensato “ok, è un’idea; ma è irrealizzabile” nulla di tutto questo sarebbe accaduto. Se alle prime avversità avessi cambiato idea o gettato la spugna, la nostra guida all’Italia nascosta non avrebbe mai visto la luce e questo gruppo di blogger affiatati e gioiosi non sarebbe nato.

Invece qualcuno mi ha detto “Trova un modo per risolvere questo problema. Magari non si può fare, ma se invece si può fare e tu trovi il modo… alla fine realizzerai qualcosa di bello e ne sarai super orgogliosa” E così è stato.

Per fare un tavolo ci vuole un fiore. Se avete un’idea luminosa, portatela a termine. Seguite la vostra idea e trovate il modo per risolvere i problemi. Fatelo!

Ne vale la pena!

travel blogger per l'Italia