Viaggiare spendendo poco: ecco come fare!

Viaggiare molto non sempre è sinonimo di spendere molto: a volte si riesce a viaggiare spendendo poco, altre volte si riesce addirittura a viaggiare senza spendere soldi! Davvero, Frida? Ma certo! Ovviamente bisogna essere organizzati e soprattutto oculati nelle proprie scelte, ma fidatevi che si può fare!

Ci sono alcune accortezze che sono davvero semplici ed intuitive e che consentono di risparmiare in viaggio, e poi esistono invece dei trucchetti che ho imparato dopo diversi viaggi che consentono di organizzare un viaggio a poco prezzo, di spendere poco e di girare il mondo in maniera economica. Non serve essere il guru dei viaggi low cost, bastano organizzazione e qualche dritta: eccole!

Come risparmiare in previsione di un viaggio

Partiamo dalle basi, se avete intenzione di fare un bel viaggio dall’altra parte del mondo la base di partenza è una sola: dovete avere un budget a disposizione.

Se siete ricchi sfondati e avete già da parte un bel gruzzoletto allora questo non sarà un problema, ma se siete arrivati a leggere fin qui è probabile che non rientriate nella categoria “ricchi sfondati”. Non è detto, ma il mio sesto senso da rana sensitiva mi dice che non lo siete! Senza offesa, eh!isola-di-skye-portree

Come fare allora per mettere da parte i soldi che copriranno le vostre spese di viaggio? Ebbene, esistono diversi trucchetti: non li ho sperimentati tutti personalmente, ma conosco amici che conoscono persone che dicono di averlo fatto. Vale lo stesso, vero? Eccoli qui.

Risparmiare su altre spese durante l’anno

Il primo consiglio è anche il più ovvio: se volete viaggiare e pensate di non avere abbastanza soldi a disposizione, provate a riconsiderare le vostre spese durante l’anno. È possibile che il problema non sia che non avete soldi per viaggiare, ma che spendete i vostri soldi in altro. La maggior parte delle persone che dice di non avere soldi per viaggiare, infatti, sostiene durante l’anno delle spese per altri piccoli vizietti.

Io le chiamo “le coccole”: oggi è stata una giornata tremenda, mi tiro su con un gelato! Oggi invece sono stata bravissima e super-produttiva, mi merito un gelato! Sì, nel mio caso il “vizietto” corrisponde spesso a un gelato, avete qualcosa da commentare? È così che, un gelato oggi, un gelato domani, spendo i miei soldini che invece potrei accantonare. Per risparmiare un pochino, invece, bisognerebbe limitare i vizi.

Landmannalaugar - Islanda

Landmannalaugar

Non sto dicendo che per viaggiare dovete smettere di fumare, eh! Certo, smettere di fumare non sarebbe male, a prescindere! Ma quando dico che bisogna limitare i vizi intendo piuttosto: darsi una regola e fare delle piccole rinunce durante l’anno che consentano di mettere da parte un piccolo gruzzoletto alla fine. Volete degli esempi? Siete abituati a fare colazione al bar tutte le mattine? Risparmiando 2€ al giorno potete mettere da parte circa 700€ in un anno! Mica male!

Ultimo esempio, se ancora ne dovesse servire uno, il gratta e vinci! Se giocate al gratta e vinci smettete subito e ogni volta che vi viene voglia di giocare, prendete i soldi e metteteli da parte! Vi garantisco che alla fine dell’anno avrete le vacanze pagate!

Imporsi una tassa settimanale per i viaggi

Un altro metodo per accantonare i soldi per un viaggio è quello di auto-tassarsi! Un mio amico mi ha confidato di mettere ogni settimana 10€ nel salvadanaio che poi viene aperto prima della partenza. Se non siete bravi a tenere i risparmi da parte, questo è un ottimo metodo per evitare la tentazione di spendere tutto.

Un metodo analogo, ma leggermente diverso, è quello della tassa che cresce nel tempo. Si parte la prima settimana mettendo da parte 1€, la seconda settimana si depositeranno 2€, la terza 3€ e così via fino alla fine dell’anno. Essendo un piano annuale si presta bene a chi generalmente organizza un grande viaggio durante l’anno. Il mio consiglio è di iniziare questo metodo quando partite per il vostro grande viaggio, in modo da mettere da parte i soldi per il prossimo viaggio.

Certo, verso la fine del piano la quota da mettere da parte è consistente, ma si tratterà delle ultime settimane prima della partenza e dunque qualche rinuncia in più sarà più facile da digerire al pensiero dell’imminente partenza. Alla fine del piano avrete messo da parte quasi 1.400€!spese di viaggio

Se volete utilizzare questo metodo, vi consiglio di dotarvi di un salvadanaio destinato alle spese di viaggio. Questo nella foto, ad esempio, io lo trovo carinissimo e adatto all’uso! L’ho comprato su Doctor Gadget.

Viaggiare senza spendere molto: organizzando bene ogni parte del viaggio

Ma veniamo al momento delle prenotazioni. Questa è la fase più delicata per spendere poco in viaggio: la giusta offerta per volo e hotel vi farà svoltare la vacanza. Ecco come muovervi per prenotare i vostri viaggi spendendo poco.

Scegliere destinazioni economiche

Una delle scelte che più incideranno sulla spesa del viaggio è quella della destinazione. È inutile negarselo: certe destinazioni sono per definizione più economiche di altre e scegliere una meta low cost al posto di una super gettonata, vi farà risparmiare parecchio già in partenza.

Ma come individuare le destinazioni più economiche?

Generalmente basta informarsi un pochino e fare una veloce ricerca su internet. Meglio informarsi prima che avere delle sorprese poi. In generale, un viaggio in Europa vi costerà tendenzialmente meno di un viaggio in un altro continente, anche se questa non è una regola assoluta.

Per quanto riguarda l’Europa, sono destinazioni generalmente economiche i Paesi dell’est e quelli della penisola iberica. Il mio consiglio per spendere poco è puntare su Portogallo, Polonia e Spagna. Anche il Belgio è generalmente a buon mercato, così come la Grecia.Sao bento

Per quanto riguarda il resto del mondo, sono notoriamente destinazioni low cost le mete del sud-est asiatico, il centro e il sud-America. Qui il mio consiglio è di puntare alla Thailandia, al Vietnam e al Perù.

Prima regola per risparmiare in viaggio: Essere flessibili

Un errore da non fare, però, è quello di scegliere una destinazione e intestardirsi su quella. Oppure quello di fissare a priori le date. Se volete spendere poco la regola è una sola: flessibilità. Muovetevi dove vi portano le offerte. Fatevi un’idea a priori di dove vorreste andare, ma siate aperti a cambiare programma nel caso dovesse presentarsi un’offerta per un periodo diverso o per una destinazione che non avevate ipotizzato. Cercare un volo economico per Singapore ad Agosto, dal 15 al 25, è un’impresa persa in partenza. Fidatevi! Parlo per esperienza personale!

Tenere d’occhio le offerte di viaggio

In generale, tenete sempre d’occhio le offerte! Come? Iscrivendovi alle newsletter dei principali siti di offerte o degli aggregatori di viaggio ovvero siti come Volagratis, Skyscanner, ma anche Momondo. Io ad esempio ricevo ogni giorno un messaggio whatsapp da Piratinviaggio che mi segnala l’offerta del giorno. È così che ho comprato il mio biglietto per la California a 350€ (andata e ritorno ad Agosto!). Mica male, eh!

Un altro modo è quello di seguire le pagine facebook delle principali compagnie aeree: Ryanair, Easyjet e Volotea solo le principali compagnie aeree low cost sul medio e corto raggio. Norwegian Air è la low cost più famosa sul lungo raggio, ma potete controllare anche Etihad, Emirates, Air France, KLM e altre compagnie blasonate che annualmente propongono offerte super scontate rispetto al prezzo di listino. Seguendole su facebook noterete subito se viene lanciata una nuova promozione.compagnie aeree low cost

Prenotare per tempo volo e hotel

Un altro metodo per risparmiare è quello di prenotare per tempo. Non crediate alla favola delle offerte last minute, chi si riduce all’ultimo minuto a prenotare è destinato a spendere di più! Generalmente, a meno di sporadiche eccezioni, con l’avvicinarsi della data di partenza i prezzi di voli e hotel tendono a crescere inesorabilmente. Per questo è meglio organizzarsi per tempo e cercare i prezzi migliori con qualche mese di anticipo.

Cercare alternative economiche all’hotel

Personalmente non ho mai trovato un’offerta interessante su AirBNB quindi non sarò io a consigliarvelo. Nelle mie ricerche ho sempre trovato i prezzi per un appartamento carino allineati ai prezzi di un hotel su Booking e a parità di prezzo ho sempre preferito l’hotel.

Viceversa mi è capitato di trovare degli appartamenti molto convenienti su Booking. Alcune alternative all’hotel che vi consentiranno di risparmiare sono i Bed&Breakfast o gli ostelli. Nel caso degli ostelli non vi sto consigliando di dormire in una camerata! Ma se siete disperati o se dovete prenotare un alloggio in una destinazione costosa, potete cercare una camera con bagno privato in un ostello. Io l’ho trovata nel mio ultimo viaggio a Copenaghen e alla fine ho speso davvero poco per una camera tutto sommato comoda e a due passi dal centro.

Risparmiare Prenotando nei periodi migliori: viaggiare fuori stagione

Oltre alla destinazione, anche il periodo in cui si viaggia incide fortemente sul prezzo che pagherete. Inutile dire che Agosto e Capodanno sono in assoluto i periodi più cari per viaggiare, seguiti a ruota da tutti i weekend di ponte.
Se ne avete la possibilità, viaggiate fuori stagione: si spende la metà e le località più turistiche sono decisamente più vivibili e meno affollate.

Nel caso dei weekend lunghi, piuttosto che il classico “da giovedì a domenica” optate per il weekend “da venerdì a lunedì”, in questo modo risparmierete parecchio sul prezzo del volo che di solito la domenica risulta sempre molto più caro rispetto al lunedì.viaggiare senza spendere molto

Vincere un viaggio

Lo so, è un’opzione assurda, ma ve la segnalo perché a me è capitato! L’anno scorso ho vinto il concorso Bloggers’ Open World Awards di Momondo e in palio, tra le altre cose, ho vinto 2.000€ da spendere in viaggi.

Vincere un viaggio è una delle cose più belle che possa capitare, quindi vi consiglio di tenere le orecchie ben tese. Capita infatti che vengano indetti dei concorsi a premi in cui in palio c’è un viaggio, una crociera, un weekend in Europa, un volo per New York! La possibilità di vincere è piccola a piacere, ma tentar non nuoce, no?

Viaggi low cost: le scelte in loco per risparmiare

Ora che avete prenotato il vostro viaggio siete pronti a partire, ma occhio: anche durante il viaggio il rischio di spendere molto è dietro l’angolo! Ecco alcuni trucchetti per risparmiare mentre si è in viaggio.

Risparmiare sui pasti

Andare al ristorante 2 volte al giorno non gioverà al vostro portafoglio …e se volete saperlo nemmeno alla vostra pancetta! Lo so, non volevate saperlo! Ma meglio partire preparati!

Nei primi viaggi anche io pensavo ogni giorno a quale ristorante avrei puntato per pranzo e per cena. Noi Italiani siamo fatti così: abbiamo paura di morire di fame!

State tranquilli: non morirete di fame! Anzi! Andare al ristorante ogni giorno per 2 volte al giorno, da sommare alla colazione da campioni, vi farà tornare a casa pieni come delle uova!Kyoto - Nishiki market

Il mio consiglio è di limitarsi a un pasto sostanzioso al giorno e sostituire il pranzo con un veloce spuntino. Si può acquistare qualcosa di veloce ed economico nei supermarket locali o visitare i mercati, che sono sempre fonte di ispirazione e consentono anche di contaminarsi con il mood locale. Oppure in estate potete optare per un’insalata o un gelato che rinfrescano, non appesantiscono e consentono allo stesso tempo di non spendere troppo.

Musei e biglietti di ingresso: ingressi serali o scontati

Per quanto riguarda i musei e le principali attrazioni della meta che state per visitare, informatevi per tempo su quali sono le attrazioni gratuite. A Londra molti musei sono gratis, a Parigi parecchi musei offrono ingressi ridotti nelle ore che precedono la chiusura e così in altre destinazioni potreste trovare ingressi omaggio o biglietti cumulativi che consentono di risparmiare un po’.Guggenheim Museum

Risparmiare sui mezzi di trasporto

Per quanto riguarda i mezzi di trasporto, valutate in anticipo se pensate di utilizzarli in maniera massiccia o se preferite andare a piedi. Certo molto dipende dalla destinazione: se state per visitare delle grandi città come Tokyo o New York l’idea di andare a piedi mi sentirei di escluderla a priori.

In questo caso sarà utile verificare i prezzi degli abbonamenti ai mezzi pubblici e valutare attentamente le varie opzioni. Considerate quindi se vi conviene di più acquistare i singoli biglietti (in certi casi è la scelta più conveniente), i biglietti giornalieri oppure gli abbonamenti di 2 o 3 giorni. A seconda della destinazione potreste valutare anche l’utilizzo di Uber: a San Francisco, ad esempio, si è rivelata la scelta in assoluto più comoda ed economica!Trasporti pubblici di Porto

E questi erano i miei consigli su come viaggiare spendendo poco! Spero vi siano stati utili!
Come sempre vi saluto e vi invito a seguirmi su instagram per seguire in tempo reale tutti i miei viaggi
Baci verdi
Frida