Tokyo, le ricette di culto – di Maori Murota

Dopo un viaggio in Giappone si torna spesso con una opinione cambiata sulla cucina giapponese: ci si accorge che “oltre al sushi c’è di più” (quanto mi piace citare Sabrina Salerno!). Ma quello che spesso manca è la consapevolezza che la cucina giapponese non sia poi così complessa da riprodurre e che le ricette di culto a volte siano davvero alla portata di tutti, a Tokyo come a casa nostra.
Tokyo, le ricette di culto di Maori Murota è il libro giusto per prenderne consapevolezza. (altro…)

HOKUSAI

Hokusai – l’arte giapponese del mondo fluttuante

L’arte Giapponese non è per tutti, lo so. E’ qualcosa di distante da noi, di diverso e complesso: insomma, va capita e non è sufficiente essere appassionati di Giappone per farsela piacere. Ma oggi sono qui con una sfida: provare a spiegarvi Hokusai. Non è un compito semplice e non sono sicura di essere all’altezza, ma mi conforta il fatto che se al mondo esiste un’opera d’arte giapponese che tutti conoscono, quella è La grande onda di Kanagawa, meglio nota come la Grande onda di Hokusai. Non importa che siate esperti di stampe giapponesi e di ukiyo-e oppure no, potete anche non essere amanti del Giappone: questa immagine è talmente famosa da essere ormai un’icona di tutta l’arte giapponese. Sbaglio?

E allora proviamo a scoprire insieme che cosa ha reso questa immagine così celebre e come si colloca all’interno della vastissima produzione di Hokusai.
In fondo è questo il motivo che mi ha spinta ad andare a visitare la mostra su Hokusai che in questi giorni è allestita a Palazzo Reale a Milano. Anzi, vi vorrei raccontare di Hokusai seguendo proprio il filo conduttore della mostra di Milano che era tutta dedicata a Hokusai, Hiroshige e Utamaro. (altro…)

buoni propositi

Buoni propositi: rewind Dicembre

E così è terminato anche dicembre: mese di bilanci e di buoni propositi per l’anno nuovo.

Oddio, ecco di nuovo un post su cosa è andato storto nel 2016 e cosa ci impegneremo a fare nel 2017!

No no, alt! Fermi tutti! Prima che iniziate a borbottare (vi sento che state borbottando), vorrei rassicurarvi sul fatto che questo non sarà un post di riassunto su cosa ho combinato quest’anno e non vi parlerò dei miei buoni propositi per il 2017. (altro…)

Crespi d'Adda: un tuffo nella storia

Villaggio Unesco di Crespi d’Adda: un tuffo nella storia

Sulle rive dell’Adda in provincia di Bergamo sorge un antico villaggio operaio che è diventato patrimonio dell’Unesco perché esempio di archeologia industriale: è Crespi d’Adda e oggi andremo a scoprirlo insieme.

Crespi d’Adda nasce verso la fine del diciannovesimo secolo per volere della famiglia Crespi. Originaria di Busto Arsizio e attiva nel campo dell’industria tessile, la famiglia ha voluto costruire un villaggio che fosse un modello di città ideale e che fosse autonomo in tutto. L’ho visitato qualche giorno fa e sono stata letteralmente catapultata in un’atmosfera d’altri tempi.  (altro…)

Close