Dove mangiare a New York – ristoranti bio e gluten free

Mangiare a New York è un’esperienza quasi sempre positiva ed appagante, se si fa attenzione alla scelta del ristorante è difficile non trovarsi bene. Ce n’è davvero per tutti i gusti! Quello che ho notato, in questo ultimo viaggio, è che non è più vero che la cucina americana è solo carne e salse. Sempre più, stanno prendendo piede in tutta Manhattan tantissimi ristoranti e bar con cucina bio o vegan o addirittura gluten-free.

Ristoranti bio e gluten free a New YorkA volte tutto questo “salutismo” è anche in eccesso e si rischia di cadere dell’estremo opposto (ma se parliamo di Americani è facile cadere negli eccessi, no?), insomma a volte tutta questa ricerca del bio sacrifica un po’ il gusto.

Ammetto che non tutto quello che ho assaggiato mi è piaciuto, ma in generale direi che ne è valsa decisamente la pena: quanto meno sono felice di aver trovato dei posti in cui mangiare bene, senza abbuffarsi, senza riempirsi di schifezze, senza uscire con quel bisogno disperato di verdure e frutta che mi coglie di solito quando visito gli Stati Uniti.

E allora voglio consigliarvi alcuni locali che ho testato personalmente e che mi sento di consigliarvi.

Ecco dove mangiare sano a New York:

Joe and the Juice 

In assoluto il posto “bio” più figo in cui sia stata (anche se forse il giudizio è influenzato dal cameriere carino che prendeva le ordinazioni!). Ristorante senza glutine a SOHOQui prepareranno per voi ottimi panini accompagnati da altrettanto ottimi succhi di frutta/juice (ovviamente), tutto all’insegna del gusto, ma senza abbandonare mai il cibo sano. Io ho mangiato un Joe’s Club, ovvero un panino con avocado, pollo, pomodoro e pesto che era la fine del mondo, gustato in un’atmosfera easy, con divanetti, poltrone, grandi tavoloni da condividere su cui pendono lampadari dal design accattivante. Ristorante bio a New YorkIn sottofondo, musica dance anche a mezzogiorno. Insomma, un posto davvero carino e di tendenza in cui riposarsi addentando qualcosa di sano. Non osate chiedere una Coca Cola, ovviamente in questo posto è bandita. Invece potrete chiedere che il vostro panino venga preparato con una base di pane senza glutine che pare non sia niente male. Joe and the Juice è presente in diverse location, io sono stata in quella di Spring Street, ma credo che la formula si uguale ovunque.

Voto: 8 e 1/2Joe & the juice

Friedman’s Chelsea

Sono stata da Friedman’s al Chelsea Market e mi sono trovata così bene che poi ci sono tornata una seconda volta. L’ambiente anche qui è carino. Enormi lavagne alle pareti e tubi in stile “industriale” sopra alle vostre teste, nel perfetto stile che contraddistingue il Chelsea Market. Friedman's al Chelsea MarketIl locale non è grandissimo, ma sono ben organizzati e non ho dovuto aspettare molto per il mio tavolo. Da Friedmans troverete piatti con hamburger, insalate, carne o, se ci andate nel weekend, anche la possibilità di fare un bel brunch con diversi piatti a base di uova o con pancakes. Anche qui trovate dei piatti senza glutine, indicati specificamente nel menù. I prezzi sono medio alti, come in tutti posti carini a New York, ma la qualità ottima e le porzioni decisamente abbondanti. Tenete conto che in genere non mangio molto, ma quando ero solo a metà del mio burger con bacon e avocado diciamo che mi sarei potuta considerare più che sazia! Burger con avocado di Friedman'sForse avrete capito che impazzisco per l’avocado, e anche che a New York te lo ritrovi praticamente dappertutto. Anche di Friedman’s esistono diversi punti in giro per la città, per esempio ce n’è uno vicino alla Broadway a due passi da Macy’s.

Voto 8Interni di Friedman's chelsea

Hu kitchen

Tra tutti i posti bio che ho provato, Hu è decisamente il più estremo. Qua tutto pare super ricercato, super naturale, super caro. Ci sono passata solo un salto per rinfrescarmi durante una passeggiata mattutina e ho bevuto un the senza zucchero, senza additivi, senza conservanti, senza schifezze, ma forse anche un po’ senza sapore. Il The organico di Hu KitchenL’ambiente è molto carino, con tanti tronchi che danno quel tocco natural-forest della serie “vivo in una giungla metropolitana, ma ho bisogno del contatto con la natura”.Hu Kitchen sulla 5th avenue Gli interni di Hu

Insomma, il posto mi è piaciuto, il the un po’ meno e ho avuto l’impressione che fosse un locale un po’ pretenzioso, ma forse è stata solo una cattiva impressione dettata dalla scelta sbagliata della bevanda che ho assaggiato. Da Hu si può ordinare uno smootie, un’insalata sanissima, ma anche alcuni piatti preparati con ingredienti bio e metodi di cottura naturali e sani. Muffin integrali di Hu Banco degli smooties di HuLa parola d’ordine all’ingresso è: Organico! Hu si trova sulla 5th avenue, all’altezza di Union Square.

Voto: 6/7Zucchero bio di Hu Kitchen

Whole foods market

Immancabile in tutti i miei viaggi a New York, Wholefoods si rivela sempre una scelta azzeccata. Si tratta in realtà di una catena di supermercati in cui troverete tanti alimenti sani e una sezione dedicata al cibo gluten free con dei capcake deliziosi, brownies e altre leccornie che faranno scendere i lacrimoni a celiaci e non. Se volete risparmiare sul cibo, ma non ne potete più di hamburger e street food, entrate da Wholefoods e troverete sicuramente qualcosa che fa al caso vostro. Insalata sana di Whole foodsFrutta fresca, insalate già pronte (la mia preferita è quella con formaggio di capra, noci macadania e frutti rossi) o da comporre a piacimento scegliendo tra una gamma vastissima di prodotti freschi e sani, sushi, zuppe, questo a mio parere è il paradiso: qui si mangia bene, sano, bio, non si dimentica il gusto e il portafogli ringrazia.Banco insalate fresche da Whole Foods Se volete potete approfittare dell’area ristorazione che di solito si trova subito dopo alle casse, attrezzata con tavolini, oppure potete infilare i vostri acquisti in un sacchetto e poi fare un bel picnic al parco!

Voto: 8 e 1/2Pic nic con insalate di Whole Foods
Che ne dite? Vi ho fatto venire l’acquolina in bocca?

Ricordo quando sono tornata dal mio primo viaggio in America, non avevo neanche vent’anni e il mio primo pensiero appena arrivata in Italia è stato: vi prego, datemi un minestrone! Dopo 2 settimane a mangiare hamburger e patatine il mio corpo gridava a gran voce la voglia di un po’ di verdura. Ora non è più così, quanto meno si può scegliere e la scelta di alimenti sani, ma soprattutto appetitosi , è vastissima.

E voi? Conoscevate questi posti? Se conoscete altri ristoranti bio o gluten free a New York da consigliarmi scriveteli nei commenti!
Io ora vi saluto e vado a prepararmi un bel matcha caldo! A presto!
Baci verdi
Frida