Rewind Agosto: addio Snapchat

Quando finisce agosto sono sempre un po’ triste, perché amo l’estate e so che settembre mi riporterà inevitabilmente in un mood autunnale più serio. Lo sapete, no? A settembre sono tutti concentrati sulla “ripresa” e se in estate ci si è lasciati andare a qualche pazzia, da settembre si cambia rotta: si mette la testa a posto, si pensa al lavoro, agli impegni, a come organizzare le giornate. La parola d’ordine è “efficienza”.

Insomma, per una pigra come me, Settembre è sempre stato un mese odioso.

Eppure quest’anno sento di avere un gran bisogno di settembre. Un bisogno estremo di mettere un po’ d’ordine nella mia vita, di fare il punto della situazione.

Chissà poi perché?

Sarà mica perché non me ne sono stata ferma un attimo per tutta l’estate, scorrazzando in lungo e in largo, con mezzi assurdi?

Ad agosto, tanto per non farmi mancare niente, sono andata a farmi un giretto dall’altra parte dell’oceano e visto che avevo proprio bisogno di una pausa, mi sono scelta un città davvero rilassante: New York.

A volte mi domando dove ho il cervello!

Comunque, relax a parte, è stato un viaggio meraviglioso. Non ci si stanca mai di New York.

E proprio mentre ero là ho scoperto una cosa: non ne potevo più di snapchat. Mi aveva proprio stufato.

Così, da un giorno all’altro, proprio come avevo iniziato, ho smesso. Non l’ho programmato, non ho pensato nemmeno ad un saluto finale: ho smesso e basta.

Addio snapchat, io e te proprio non ci siamo capiti.

Inizio ad essere un po’ insofferente a questo stile di vita troppo “social”. Ho un blog (ehm, si, lo so): essere presente sui social è inevitabile, ma a tutto c’è un limite e io quel limite l’ho già superato.

Quindi addio.

E’ stata una parentesi breve. Ci ho provato, non ha funzionato e, detto tra noi, non è che mi dispiaccia poi più di tanto.

Che poi, ci sono social e social. Voglio dire: uno può trovarsi bene con uno strumento e meno bene con altri, no? Per esempio, in questo periodo mi sono dedicata molto di più a Instagram. Ho conosciuto tanti instagrammer negli ultimi blogtour e sto cercando di carpire un po’ i trucchi del mestiere! Non che ci sia riuscita ancora, ma almeno mi diverto: mi da soddisfazioni e mi ritrovo in una dimensione che è più mia, perché le foto sono sempre state la mia passione.

Questo mese, addirittura, una mia foto è stata selezionata per il concorso di InLombardia, per il calendario del 2017: l’ho scattata a Mantova, mentre ero in giro col Calessino e si, sono molto orgogliosa che sia stata scelta.

Voi che ne pensate di tutto questo discorso sui social? Usate snapchat? Come vi state trovando?

Io vi ho detto la mia, non mi entusiasmava e ho fatto un po’ di pulizia! Insomma, sto cercando di organizzare un po’ meglio la mia vita (eccolo lì settembre che già si fa sentire! Organizzare! Organizzare!).

Ma prima di voltare pagina, diamo uno sguardo agli imperdibili di agosto!
Buona lettura!

1 – ONE

Il video che vi segnalo questo mese è di uno youtuber che non ha bisogno di presentazioni: Human Safari. Ad Agosto ha pubblicato il primo di una nuova serie di video: quella dedicata al suo secondo viaggio in Giappone (ma va, Frida? Stavolta ci parli di Giappone? Che novità!)
Che dire? Nicolò (Human Safari) realizza dei video strepitosi, con una fotografia e dei colori fantastici! E poi è simpaticissimo! Quindi, date un occhio a questo primo episodio e poi tenete d’occhio il suo canale youtube per seguire tutta la serie dedicata al suo interrail in giro per il Giappone!

2 – TWO

Il post di questo mese è una vecchia conoscenza! Di Simona e del suo Fringe in Travel ve ne avevo già parlato in una passata edizione del rewind, ma non c’è niente da fare: io la trovo irresistibile e mi fa morire dal ridere!

In questo post ci parla di campeggio libero. Nel bosco! E dei suoi pensieri a riguardo! Godetevelo!

pensieri-campeggio-libero-fringeintravel

Photo via fringeinfravel.com

3 – FRIDA

Beh, la protagonista di questo mese è stata lei: New York. Quindi vi suggerisco di dare un’occhiata al post in cui ve la racconto con una foto al giorno. Ho cercato di raccontare in pochi versi ciascuno scatto, per prepararvi un vero e proprio album fotografico, un racconto per immagini e suggestioni. Spero vi piaccia.

06 - Central Park - New York una foto al giorno

E con questo è tutto. Ora sono pronta per concentrarmi su settembre, per organizzarmi al meglio e ripartire alla grande. Ah, a proposito di ripartire, quasi mi dimenticavo: sabato si parte, eh!

Quindi per organizzare tutto il resto ne riparliamo al mio rientro, ok?
L’avevo detto che settembre mi stava antipatico.

Baci verdi
Frida